Farmaceutico

Shutterstock 304156520


Il mercato farmaceutico deve puntare in maniera decisa al soddisfacimento della domanda del cliente, ma tenere un alto livello di scorte, in un settore dove la data di scadenza è un forte vincolo, non può essere l’unica risposta. 

Molto spesso ci si trova davanti a reti logistico-distributive molto complesse, caratterizzate da legislazioni locali diverse, con conseguenti costi di gestione molto alti. Ma, l’estrema frammentazione della rete composta da stabilimenti produttivi, filiali commerciali, magazzini di distribuzione, fornitori  unitamente alla pluralità di attori della supply chain, non deve comportare un' ostacolo alla capacità di reazione delle aziende.

La flessibilità è la chiave del successo che ogni azienda del settore deve ricercare, attraverso un miglioramento ed un coordinamento dei processi aziendali, ma anche attraverso l’adozione di strumenti estremamente agili ed interoperabili. 
Le dinamiche estremamente restrittive in ambito produttivo (tracciabilità, lotti, scadenze, contaminazioni) e le regole di ottimizzazione delle sequenze, richiedono strumenti adeguati ed estremamente flessibili anche nella gestione operativa della produzione.


Caso Studio

Un cliente del settore Pharma ha intrapreso e concluso con successo un progetto di programmazione e schedulazione a capacità finita.

Dalle diverse esigenze di mercato e dalla estrema dinamicità della pianificazione è nato un nuovo progetto per dotare il sistema competitivo di uno strumento per la pianificazione a medio/lungo termine, che prevedesse la generazione di un piano di Replenishment & Sourcing (R&S) per tutte le filiali produttive e distributive, inserito poi all’interno di un pianificatore di gruppo che desse le linee guida ai singoli stabilimenti.
E’ stato fondamentale il raccordo tra la pianificazione tattica dei singoli stabilimenti ed il preesistente sistema di programmazione, schedulazione e monitoraggio della produzione.

Il modello produttivo è stato testato e validato a livello di headquarter ed esportato alle filiali produttive attraverso roll-out incrementali, per ora su 2 stabilimenti.

Nell’ambito del controllo qualità è stato implementato un modello specifico per la schedulazione delle analisi di laboratorio integrato con il sistema LIM.

L’implementazione della soluzione tecnologica è stato attuato in due diversi periodi, mentre il roll-out sulle filiali è ancora in atto. Il progetto di pianificazione a medio termine ha ottenuto i seguenti benefici:

  • Riduzione delle giacenze dei principi attivi e del materiale specifico di confezionamento del 20%
  • Aumento del Livello di Servizio dal 90% al 94%
  • Riduzione del 30% degli ordini inevasi e parzialmente inevasi
  • Maggiore bilanciamento dei carichi e aumento della saturazione media delle linee del 15%
  • Riduzione del lead time interno di trasformazione del 25%
  • Diminuzione delle inefficienze per cambi programma, urgenze
  • Sequenziamento delle attività di laboratorio e focalizzazione su quelle core



Stai cercando una soluzione scalabile e flessibile per competere al meglio? CONTATTACI